Continua il mio racconto alla scoperta dell’Emilia-Romagna.

Domenica mattina.

I risvegli lenti ed assonnati del fine settimana, una lezione di yoga a darci il buongiorno al Villaggio della Salute+.

Prima di partire ci era stato richiesto di esprimere una preferenza per una delle tante attività promosse dal Villaggio:

golf a Castel S. Pietro Terme, gita a cavallo, percorso in moutain bike, degustazioni e tour enogastronomici in cantine locali e all’Enoteca Regionale di Dozza.

La mia scelta è ricaduta proprio su quest’ultima. Il percorso è iniziato alla scoperta delle Cantine Zuffa, dove abbiamo avuto modo di degustare ed ascoltare la storia di realtà locali che fanno del proprio lavoro una vera e propria passione da tramandare di padre in figlio.

Ci siamo poi spostati a Dozza, un borgo medievale nei pressi di Bologna, tra i più belli d’Italia…da lasciar senza parole.

Colori, colori e storie su tutte le facciate degli edifici entro le mura.

Dozza infatti ospita ogni anno la Biennale del Muro Dipinto, dando modo agli artisti di esprimersi e raccontarsi sui muri della città. Un’usanza che va avanti da circa 50 anni  ( nata nel 1965 ) ,che oltre a colorare il paese  sa raccontare la storia della nostra società.

Persa tra i mille colori di questo piccolo borgo raggiungiamo il castello per la seconda degustazione della giornata. La Rocca Sforzesca ospita nelle sue segrete l’Enoteca Regionale, più di 200 etichette ed un verso paradiso per i cultori.

Immaginate di degustare i migliori vini della regione nei sotteranei di un castello, accompagnati dalle parole di sapienti sommelier. Inutile dirvi che voglio tornarci.

Intanto per me domani inizia una nuova avventura, se siete curiosi di scoprire la meta seguitemi su Instagram e Snapchat per aggiornamenti in diretta.

 

Continue my story to the discovery of Emilia-Romagna.
Sunday morning.
The slow and sleepy awakenings of the weekend, a yoga class to give us a good morning at the Villaggio della Salute+.
Before leaving for the weekend we had to express a preference for one of the many activities sponsored by the Village:
courses in Castel San Pietro Terme, horseback ride, trail in mountain biking, wine tours and tastings at local wineries and the Enoteca Regionale of Dozza.
My choice was the last one. The path began to discover the Zuffa winery, where we got to taste and hear the story of local realities that make their work a real passion to be passed down from father to son.
Then, we moved to Dozza, a medieval town near Bologna, between the most beautiful village in Italy …it leaves me speechless.
Colors, colors and stories on all the facades of the buildings .
Dozza annually hosts the Biennial of Painted wall, giving way for artists to express themselves and tell on the city walls. A custom that has been going on for about 50 years (born in 1965), which in addition to color the country can tell the history of our society.
Lost among the many colors of this small village we reach the castle for the second tasting of the day. The Sforza Castle houses in its secret the Enoteca Regionale, more than 200 labels and towards a paradise for the wine lovers.
Imagine tasting the best wines of the region in the underground of a castle, accompanied by the words of the best sommelier. Needless to say that I want to go back.
Meanwhile for me tomorrow starts a new adventure, if you are curious to find out the destination, follow me on Instagram  and snapchat for live updates.

 

 

11214092_887036908046626_4101170178449294158_n #PiùWeekend: Dozza.171 #PiùWeekend: Dozza. 12027662_887007158049601_6045783331299327504_n #PiùWeekend: Dozza. 12096537_887007164716267_9012096021971719776_n #PiùWeekend: Dozza.29 #PiùWeekend: Dozza.dianina #PiùWeekend: Dozza.28 #PiùWeekend: Dozza. 27 #PiùWeekend: Dozza. 26 #PiùWeekend: Dozza. 25 #PiùWeekend: Dozza. 24 #PiùWeekend: Dozza. 23 #PiùWeekend: Dozza. 22 #PiùWeekend: Dozza. 211 #PiùWeekend: Dozza. 201 #PiùWeekend: Dozza. 191 #PiùWeekend: Dozza.
Photos by me and Giacomo Maestri.