Sono fermamente convinta che non ci sia senso più grande nella vita che quello di trovare la felicità.

E’ un percorso fatto di emozioni intense, di difficoltà e grandi gioie.

Sicuramente ho scelto di raccontarvi la parte bella del mio cammino, ciò che si insinua sotto la mia corteccia e va ad annidarsi accanto al cuore.

La mia prima volta in Africa, a Marrakech,  è stata un tripudio di emozioni, qui trovate la prima e la seconda parte.

Oggi vi racconterò di un luogo blu, precisamente blu Majorelle che nel corso del tempo è stato in grado di far innamorare di se in continuazione. La sua bellezza è stata la sua salvezza.

Nel 1919 fu il pittore Jacques Majorelle a rimanerne affascinato e far suo questo angolo del Marocco creando una villa in stile moresco e un grande giardino botanico con rare specie, laghi, laghetti e fontane zampillanti.

Qualche anno dopo la villa prese il colore del famoso blu che porta il suo nome: blu Majorelle e aprì pubblicamente i suoi cancelli a spettatori curiosi.

Ma la morte del proprietario ne decretò l’abbandono fin quando niente di meno che Yves Saint Laurent se ne innamorò in uno dei suoi viaggi e la rese sua; le ceneri del celebre stilista vennero sparse proprio nel roseto della villa.

Oggi è un luogo che attira turisti da ogni parte del mondo, facilmente visitabile richiede circa un’ora di tempo ( e un biglietto di 70 Dirham = 7 euro ).

Vi avverto che vorrete riuscire a memorizzare tutto, ogni più piccolo dettaglio richiama l’attenzione.

Un mondo coloratissimo in cui io e Nunzia ci siamo immerse fin ad orario di chiusura, fin a quando non siamo state obbligate a smettere di ammirare l’intenso blu che rapisce gli occhi.

Ho scelto di indossare colore anche io, sarà che quando le temperature diventano miti il sorriso appare subito sul mio volto e con se la voglia di colore.

Il punto d’inizio di un estate anticipata a fine Aprile fatta di sandali gioiello, questi sono i bellissimi realizzati da Gardini Spirit.

Ho già ricevuto tantissimi complimenti per queste scarpe scintillanti e sono sicuramente tra i miei must dell’estate insieme all’off- shoulder top ( top a spalle scoperte).

E così con gli occhi colmi di ricordi e di bellezza vi auguro una buona giornata, sperando che questo luogo magico colpisca anche voi come ha fatto con me.

 

I firmly believe that there is no greater meaning in life than to find happiness.
It ‘a path of intense emotions, difficulties and great joys.
Surely I have chosen to tell the good part of my life, what creeps under my bark and goes close to the heart.
My first time in Africa, in Marrakech, was full of emotions, here it is the first and the second part.
Today I will tell you of a blue place, namely blue Majorelle which over time has been able to fall in love a lot of people. The beauty was its salvation.
In 1919 the painter Jacques Majorelle was the first to fall in love and to endorse this part of Morocco by creating a Moorish style villa and a large botanical garden with rare species, lakes, ponds and gurgling fountains.
A few years later the villa took the color of the famous blue that bears his name: Blue Majorelle , and publicly opened its doors to curious onlookers.
But the owner’s death decreed the abandonment until none other than Yves Saint Laurent fell in love in one of his trips and made it his own; the ashes of the famous designer were scattered right in the rose garden of the villa.
Today it is a place that attracts tourists from all over the world, easy to visit takes about an hour ( and 7 euros for the ticket).
I warn you that eyes will want to be able to store everything, every little detail draws attention.
A colorful world in which Nunzia and I remained right at closing time, since when we have not been forced to stop to admire the intense blue that captivates the eyes.
I chose also to wear color. When the temperatures become warm a smile appears on my face right away and with it the desire for color.
The starting point of an early summer in late April made of jeweled sandals, these are by  and italian brand Gardini  Spirit.
I have already received many compliments for these glittering shoes and are definitely one of my must-summer collection with the off- shoulder top.
And so with eyes full of memories and beauty I wish you a good day, hoping that this magical place even strike you as it did with me.
8 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.13 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.

Ph. Nunzia Cillo6 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.9 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.11 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.

Ph. Nunzia Cillo

5 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.
3 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.4 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.7 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.12 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.

Ph.  Nunzia Cillo1 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.2 Jardin Majorelle - a magical place in Marrakech.

Off shoulder top/ Top spalle scoperte: Zara

Pleated pants/ Pantaloni plissè: American Apparel

Sandals/ Sandali: Gardini Spirit

Accessories/ Accessori: Pull&Bear