The Spiral D by Diana De Lorenzi http://www.thespirald.com lifestyle blog of Diana De Lorenzi Sun, 24 Dec 2017 15:50:02 +0000 it-IT hourly 1 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. http://www.thespirald.com/weekend-a-praga-7-cose-da-vedere-dove-dormire-gli-indirizzi-food/ http://www.thespirald.com/weekend-a-praga-7-cose-da-vedere-dove-dormire-gli-indirizzi-food/#respond Sun, 24 Dec 2017 14:24:15 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9320 E’ incredibile come più ci si sposti verso il nord Europa e più l’atmosfera natalizia diventi intensa e prolungata. Questo è il mio diario di viaggio di Praga, una piccola guida di 3 giorni tra gli aspetti della città che più mi hanno colpita e quello che per me è assolutamente da visitare… ovviamente nei miei post non può mai mancare dove mangiare e dove dormire! La capitale della Repubblica Ceca mi ha lasciato davvero una sensazione mai provata: un mix di malinconia, romanticismo d’altri tempi e un alone dark che si aggira sulla città. Come prima info utile vi faccio notare che la Repubblica Ceca non ha l’euro, bensì la corona ceca. 25 corone ceche corrispondono a circa 1 euro. Abbiamo raggiunto questa capitale europea con 1 ora e mezza di volo Vueling direttamente da Roma. Dove dormire a Praga? Praga durante il periodo natalizio è davvero molto molto gettonata, per cui. non è stato affatto semplice trovare una soluzione. non troppo esosa e.allo stesso tempo comoda e accogliente. Vi consiglio di optare per hotel nei pressi di una fermata della metropolitana ma in ogni caso è davvero facile ed economico spostarsi in taxi. Io ed il mio lui […]

The post Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
E’ incredibile come più ci si sposti verso il nord Europa e più l’atmosfera natalizia diventi intensa e prolungata.

Questo è il mio diario di viaggio di Praga, una piccola guida di 3 giorni tra gli aspetti della città che più mi hanno colpita e quello che per me è assolutamente da visitare… ovviamente nei miei post non può mai mancare dove mangiare e dove dormire!

La capitale della Repubblica Ceca mi ha lasciato davvero una sensazione mai provata: un mix di malinconia, romanticismo d’altri tempi e un alone dark che si aggira sulla città.

Come prima info utile vi faccio notare che la Repubblica Ceca non ha l’euro, bensì la corona ceca. 25 corone ceche corrispondono a circa 1 euro.

Abbiamo raggiunto questa capitale europea con 1 ora e mezza di volo Vueling direttamente da Roma.

Dove dormire a Praga?

Praga durante il periodo natalizio è davvero molto molto gettonata, per cui. non è stato affatto semplice trovare una soluzione. non troppo esosa e.allo stesso tempo comoda e accogliente. Vi consiglio di optare per hotel nei pressi di una fermata della metropolitana ma in ogni caso è davvero facile ed economico spostarsi in taxi.

Io ed il mio lui abbiamo optato per il Bohem Prague Hotel, un luxury hostel di design, buonissimo rapporto qualità-prezzo a circa 1 km dalla metro ( fermata Andel)  e 2 km dal punto di interesse per eccellenza di Praga: Ponte Carlo.

11-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.18 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.26 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

Cosa vedere in tre giorni a Praga?

1- Dancing House

Uno dei simboli della città, capolavoro di architettura realizzato in collaborazione da un architetto locale e dal famosissimo Frank Gehry.29 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

2- Malà Strana

Letteralmente “Parte Piccola”, il quartiere di Praga che si erge alle pendici del Castello e della Cattedrale di San Vito. E’ un vero gioiello di architettura rinascimentale e barocca. Qui regna il colore ed una cura incredibile per i dettagli di porte e finestre. Perlopiù è in salita ma offre degli scorci incantevoli.

Qui troneggia anche la famosa cattedrale di San Nicola, una delle più belle della città per lo sfarzo della sua facciata ed interni.

Lo spirito bohémien e raffinato di questo quartiere vi conquisterà!
27 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.
13 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. 12-1 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. 15 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. 14-1 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. 17 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

3-Castello di Praga e Cattedrale di San Vito

Sono situati entrambi nella zona alta della città, una lunga scalinata accompagnata da una vista  incredibile sulla città. Durante il periodo natalizio le mura del castello ospitano tantissimi mercatini natalizi dove è doveroso assaggiare specialità locali, ma dedicherò un passaggio speciale al cibo.

Alcune zone, come la Via dell’Oro, sono a pagamento mentre alla maggior parte è possibile accedere gratuitamente.4-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.7-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.2-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

4- Old Town Square

La piazza principale della città, ci passerete e ripasserete infinite volte e mai finirà di stupirvi. Durante il periodo natalizio è davvero magica. Lucine incorniciano ogni angolino, tantissimi chioschi in cui trovare piccoli e grandi tesori ed un albero di Natale gigante tra i più belli visti.

Ospita anche il famoso orologio astronomico di Praga che allo scoccare di ogni ora regala uno degli spettacoli più ammirati della città.

Ad inizio dicembre (2017) purtroppo era in ristrutturazione per cui non è stato possibile visitare la sua torre, un vero peccato perché offre una vista super.

28 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

24 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

5- Ponte Carlo

Tratto d’unione tra la zona della città vecchia ed il quartiere di Malà Strana, è davvero uno dei luoghi più mistici di Praga.

Non. vi nascondo che ammirare il tramonto sul suo selciato è davvero emozionante. La sua fondazione è stata studiata da astrologi per avvenire nel giorno perfetto che ne avrebbe segnato la durabilità nel corso degli anni, combattendo le impetuose piene della Moldova.

Se volete fotografarlo in tutto il suo splendore (evitando i fiumi di persone che lo affollano) puntate la sveglia all’alba o spostatevi di qualche metro alle pendici del fiume dove regnano i cigni.

Un’idea per esplorare la città è quella di prendere uno dei battelli che vedete in foto  (riconoscerete facilmente il punto all’inizio del ponte dove ormeggiano),  la crociera sul fiume in notturna è davvero romanticissima.

30 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.8-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.10-2 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

6- Torre della Polvere

Se, come me, siete amanti delle vedute dall’alto delle città, è una buona opzione sostitutiva alla Torre dell’Orologio Astronomico in rifacimento.

Molto vicina a quest’ultima ( circa 500 metri) vi permetterà di ammirare tutto il lato più elegante degli edifici della città. L’entrata è a pagamento con un costo di 100 corone ceche ( circa 4 euro). Ancora sento il vento freddo sul viso ed il rumore delle tegole scosse. Davvero suggestivo.

31 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

7- Ghetto Ebraico

Tra i più. antichi al mondo, i suoi principali punti d’interesse sono la Sinagoga di Gerusalemme ed il Cimitero Ebraico.

22 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.23 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

Dove e cosa mangiare a Praga – gli indirizzi

Chioschi- Mercatini di Natale

Durante il periodo natalizio troverete moltissimi chioschi dove assaggiare specialità locali:

  • trdlo , anche detto manicotto di Boemia. Il tipico dolce della Repubblica Ceca.
  • gnocchi di patate, hot dog, etc

I mercatini di Natale più belli in città sono quelli nella Old Town Square e quelli nelle mura del Castello.

Ristoranti, bar, pasticcerie, sale da té

La cucina tipica offre piatti deliziosi ma decisamente impegnativi.

Restaurace Mlejnice – Kozhna 488/14, Praga 110 00, Repubblica Ceca

Nel cuore di Praga, a due passi dalla piazza centrale ma nascosto in un vicoletto che ne preserva la magia. Super tipico e caratteristico.

Vi consiglio di provare il Goulash, una zuppa di carne servita dentro una pagnotta di pane. Davvero deliziosa. Merita moltissimo anche lo stinco di maiale.

V Kolkovne Restaurant-  V kolkovne 910/8, Praga 110 00, Repubblica Ceca

Altro punto di riferimento per la cucina tipica e per gustare una buona birra. Me lo avete consigliato in tantissimi.

Mi raccomando non fate il mio stesso errore ( ho preso un hamburger molto mediocre) e  optate per Goulash, stinco o ribs.

Bar Cobra –  Milady Horakove 8, Praga 17000, Repubblica Ceca

U n prezioso consiglio ricevuto tramite Instagram. Il luogo che mi ha salvato il fegato. Location contemporanea, stile industrial ed una selezione di piatti che vi permetterà di soddisfare il gusto senza appesantirvi troppo. Provate le birre artigianali, un luogo perfetto per un pranzo tra amici.

Good Food Coffee and Bakery – Karlova 186/8, Praga 110 00, Repubblica Ceca

A due passi dalla Old Town Square, i trdlo più carini della città, super instagrammabili. Per il gusto però vi consiglio quelli dei tantissimi chioschi.

Cafe Ebel Retezova, 255/9, Praga, Repubblica Ceca

Durante l’inverno il freddo è davvero senza tregua, vi renderete presto conto di aver bisogno di interrompere le visite alla città per delle soste caffè/tè necessarie per riscaldarvi. Questo è uno dei luoghi con l’atmosfera più piacevole che abbiamo trovato. In pieno centro, un’atmosfera romantica d’altri tempi. Accompagnate il vostro cappuccino con una fetta di torta, ne rimarrete entusiasti.

 

Un consiglio importante per voi: se andate durante il weekend mi raccomando prenotate i ristoranti. E’ quasi impossibile trovare posto senza prenotazioni.19 Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli.

 

 

 

The post Weekend a Praga: 7 cose da vedere, dove dormire, gli indirizzi food e i Mercatini di Natale più belli. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/weekend-a-praga-7-cose-da-vedere-dove-dormire-gli-indirizzi-food/feed/ 0
La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco. http://www.thespirald.com/la-perfetta-ricetta-di-stagione-vellutata-di-castagne-e-funghi-con-pangri-integrali-mulino-bianco/ http://www.thespirald.com/la-perfetta-ricetta-di-stagione-vellutata-di-castagne-e-funghi-con-pangri-integrali-mulino-bianco/#comments Thu, 14 Dec 2017 11:24:32 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9301 Gli alberi si tingono dei colori caldi dell’arcobaleno per dare il benvenuto alla stagione fredda e poi perdono le foglie. Tra l’una e l’altra troviamo nei boschi uno dei frutti più preziosi della stagione: le castagne. Un accostamento perfetto con i funghi. La velluta che vi propongo è facilissima da realizzare, vi consiglio di gustarla insieme a dei grissini per apportare una dose di carboidrati ad un pranzo leggero e renderlo ancora più sfizioso con il sapore del pane. Ho da poco scoperto che i famosi e gustosi Pangrì Mulino Bianco hanno cambiato abito e si sono convertiti anche all’integrale con un maggiore apporto di fibre ed un rilascio più lento del glucosio, calmando il senso di fame più a lungo. Vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco Ricetta per 4 persone Ingredienti Per il brodo vegetale: 1 LT di acqua 75 gr di sedano 100 gr di carote 100 gr di cipolla Sale qb Per la vellutata: 1 kg di castagne 300 gr di funghi ( se trovate i porcini il gusto sarà ancora più intenso, io ho utilizzato gli champignon)   1 spicchio d’aglio Olio e sale qb Rosmarino qb Mezzo scalogno Procedimento 1- Intaccare […]

The post La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Gli alberi si tingono dei colori caldi dell’arcobaleno per dare il benvenuto alla stagione fredda e poi perdono le foglie. Tra l’una e l’altra troviamo nei boschi uno dei frutti più preziosi della stagione: le castagne. Un accostamento perfetto con i funghi.

La velluta che vi propongo è facilissima da realizzare, vi consiglio di gustarla insieme a dei grissini per apportare una dose di carboidrati ad un pranzo leggero e renderlo ancora più sfizioso con il sapore del pane.

Ho da poco scoperto che i famosi e gustosi Pangrì Mulino Bianco hanno cambiato abito e si sono convertiti anche all’integrale con un maggiore apporto di fibre ed un rilascio più lento del glucosio, calmando il senso di fame più a lungo.

Vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco

Ricetta per 4 persone4-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

Ingredienti

Per il brodo vegetale:
  • 1 LT di acqua
  • 75 gr di sedano
  • 100 gr di carote
  • 100 gr di cipolla
  • Sale qb

8-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

Per la vellutata:
  • 1 kg di castagne
  • 300 gr di funghi ( se trovate i porcini il gusto sarà ancora più intenso, io ho utilizzato gli champignon)

 

10-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio e sale qb
  • Rosmarino qb
  • Mezzo scalogno

Procedimento

1- Intaccare ( con un coltello incidere orizzontalmente ciascuna castagna) e far bollire le castagne per 30 minuti.

6-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

2- A cottura finita sbucciarle e metterle intere in una casseruola dai bordi alti con un filo d’olio, scalogno, rosmarino e far cuocere per 15-20 min a fuoco vivace.
3- Preparare nel mentre il brodo vegetale mettendo a bollire acqua, sedano, carote, cipolla e sale quanto basta.

4- In un’altra padella cuocere i funghi puliti con prezzemolo, olio, un pizzico di sale ed aglio in camicia ( non sbucciato).

5-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

5- A cottura avvenuta versare il brodo nella casseruola delle castagne e frullare con un mixer ad immersione fino al raggiungimento della consistenza giusta.

Consiglio: non abbondate con il brodo, fate sempre in tempo aggiungerlo dopo per ottenere la consistenza ricercata.

6 – Adagiate i funghi sulla vostra vellutata aggiungendo un pizzico di pepe macinato grossolanamente ed gli sfiziosi Pangrì integrali.

Buon appetito!

7-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

3-1 La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco.

The post La perfetta ricetta di stagione: vellutata di castagne e funghi con Pangrì integrali Mulino Bianco. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/la-perfetta-ricetta-di-stagione-vellutata-di-castagne-e-funghi-con-pangri-integrali-mulino-bianco/feed/ 1
Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa. http://www.thespirald.com/come-realizzare-i-trend-manicure-autunno-inverno-2017-2018-con-estrosa/ http://www.thespirald.com/come-realizzare-i-trend-manicure-autunno-inverno-2017-2018-con-estrosa/#respond Thu, 07 Dec 2017 10:00:54 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9284 Ogni volta che torno a casa dopo un viaggio ho dei piccoli rituali. Questa volta il mio lavoro mi ha portata prima a Milano e poi nella gelida Praga di cui vi racconterò presto.  Ma prima mi dedico un momento di benessere e vi parlo dei nuovi trend di stagione in fatto di manicure. E’ da qualche settimana che sto testando la linea Persistance di Estrosa e gli accessori per nail art del brand. Persistance  è la linea incredibile di semipermanente che permette di avere una lunghissima tenuta ( circa 3 settimane) con una sola passata da catalizzare in lampada; questo perché è un 3 in uno: base, colore e top coat. Immaginate quanto possa tornarmi utile in viaggio, non riesco proprio a rinunciare ad avere mani curate ( anche perché spesso sono le principali protagoniste dei miei scatti). Persistance – Divinity: lo smalto semipermante 3 in 1 Le tonalità autunnali della nuova collezione sono 5 e portano i nomi delle dee: Atena, Diana, Fedra, Gea e Aurora. Le nuance della linea Divinity del 3 in 1 Persistance hanno toni violacei, quelli di una stagione che spegne i colori vivaci dell’estate e far venir voglia di tenere una tazza bollente di […]

The post Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Ogni volta che torno a casa dopo un viaggio ho dei piccoli rituali. Questa volta il mio lavoro mi ha portata prima a Milano e poi nella gelida Praga di cui vi racconterò presto.  Ma prima mi dedico un momento di benessere e vi parlo dei nuovi trend di stagione in fatto di manicure. E’ da qualche settimana che sto testando la linea Persistance di Estrosa e gli accessori per nail art del brand.

Persistance  è la linea incredibile di semipermanente che permette di avere una lunghissima tenuta ( circa 3 settimane) con una sola passata da catalizzare in lampada; questo perché è un 3 in uno: base, colore e top coat. Immaginate quanto possa tornarmi utile in viaggio, non riesco proprio a rinunciare ad avere mani curate ( anche perché spesso sono le principali protagoniste dei miei scatti).9 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.

Persistance – Divinity: lo smalto semipermante 3 in 13 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.

Le tonalità autunnali della nuova collezione sono 5 e portano i nomi delle dee: Atena, Diana, Fedra, Gea e Aurora. Le nuance della linea Divinity del 3 in 1 Persistance hanno toni violacei, quelli di una stagione che spegne i colori vivaci dell’estate e far venir voglia di tenere una tazza bollente di tè tra le mani ammirando la pioggia che batte sui vetri avvolte in una calda coperta.8 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.1 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.

Vi racconto anche di un’idea manicure facile e veloce da realizzare, sul sito Estrosa trovate comunque tantissimi tutorial QUI.

Nail Art Estrosa: effetto specchio, Metal studs, e stickers.

Quando spesso ci vien voglia di cambiare e vederci diverse? Altrettanto spesso però pensiamo di non esser in grado di realizzare quella manicure che tanto ci piace della foto ispirazione che abbiamo visto in giro sul web.

Vi do qualche dritta da non professionista del settore, ma da amante delle novità in tema beauty.

Manicure effetto specchio – Be Mirror

Uno dei grandissimi trend di stagione, sicuramente avrete visto in giro moltissime immagini di unghie super riflettenti, sono sicura che vi sarete chieste come fare e avrete pensato che sia difficilissimo. Devo invece contraddirvi, si tratta di una nail art di facilissima realizzazione.

Basta stendere la polverina “magica” con l’apposito applicatore strofinando sull’unghia appena catalizzata e passare successivamente il top coat.

Ho realizzato dei video tuturial nelle mie Instagram Stories e siete rimaste tutte stupite. Il colore alla base potete sceglierlo voi in base all’effetto che cercate.11 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.

Nail art con stickers ( gold e silver)

Questo tipo di nail art è ancora di più facile realizzazione, basta applicare lo sticker che più ci piace sulla parte interessata dell’unghia ( ritagliandolo) e passare poi il top coat per tenerlo in posizione.

Metal studs

Le mini borchie da applicare sulle unghie rappresentano uno dei trend di stagione che si conferma dalle passate. Ho deciso di utilizzare proprio loro per l’idea manicure di oggi. Davvero di semplicissimo utilizzo. Posizionatele sull’unghia dopo aver catalizzato il semipermanente, se non avete un kit professionale aiutatevi con uno stecchino per localizzarle.  Per renderle solidali con l’unghia utilizzate un po’ di topo coat, passate in lampada per qualche secondo dopo aver posizionato le borchie e poi stendete una passata finale. Optate per il dorato durante il Natale e per l’argento a Capodanno, stupirete le vostre amiche!7 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.10 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.5 Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa.

 

The post Come realizzare i trend manicure Autunno/Inverno 2017-2018 con Estrosa. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/come-realizzare-i-trend-manicure-autunno-inverno-2017-2018-con-estrosa/feed/ 0
I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas – un paradiso naturale tutto da scoprire. http://www.thespirald.com/i-luoghi-meno-conosciuti-del-peru-chachapoyas-un-paradiso-naturale-tutto-da-esplorare/ http://www.thespirald.com/i-luoghi-meno-conosciuti-del-peru-chachapoyas-un-paradiso-naturale-tutto-da-esplorare/#comments Mon, 13 Nov 2017 08:38:42 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9140 Qualche giorno fa un mio lettore su Instagram mi ha scritto: ” Ci sono luoghi che porti sempre nel cuore… Infatti avrai davvero un cuore enorme per custodirli tutti”. Non vi nascondo che alcune delle esperienze che ho vissuto hanno avuto bisogno di esser prima “assorbite” dalla mia mente e corpo. E’ un po’ come quando si mangia troppo velocemente, si ha bisogno poi di metabolizzare. L’avventura in Perù è stata la più grande sfida che abbia affrontato negli ultimi incredibili mesi e sono infinitamente grata a Minube App ( famosa app per consigli di viaggio ) e l’Ente del Turismo del Perù per avermi scelta come unica rappresentante italiana di questa esperienza unica. Avevo sinceramente bisogno di ordinare mentalmente tutto quello che mi il mio cuore ha vissuto. Così travolgente ed intenso. E’ stato il viaggio delle prime volte, dei desideri espressi, delle enormi difficoltà e del più grande stupore. Sono partita a maggio, quando in Perù le temperature sono miti. In realtà siamo passati da Lima, che è sul livello del mare, ad alcune delle vette più alte del paese a 5000 metri. L’abbigliamento perfetto è, quindi,  ” a cipolla”. Incontro il resto del gruppo a Madrid, sono […]

The post I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas – un paradiso naturale tutto da scoprire. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Qualche giorno fa un mio lettore su Instagram mi ha scritto: ” Ci sono luoghi che porti sempre nel cuore… Infatti avrai davvero un cuore enorme per custodirli tutti”.

Non vi nascondo che alcune delle esperienze che ho vissuto hanno avuto bisogno di esser prima “assorbite” dalla mia mente e corpo.

E’ un po’ come quando si mangia troppo velocemente, si ha bisogno poi di metabolizzare.

L’avventura in Perù è stata la più grande sfida che abbia affrontato negli ultimi incredibili mesi e sono infinitamente grata a Minube App ( famosa app per consigli di viaggio ) e l’Ente del Turismo del Perù per avermi scelta come unica rappresentante italiana di questa esperienza unica.

Avevo sinceramente bisogno di ordinare mentalmente tutto quello che mi il mio cuore ha vissuto. Così travolgente ed intenso.

E’ stato il viaggio delle prime volte, dei desideri espressi, delle enormi difficoltà e del più grande stupore.

Sono partita a maggio, quando in Perù le temperature sono miti. In realtà siamo passati da Lima, che è sul livello del mare, ad alcune delle vette più alte del paese a 5000 metri. L’abbigliamento perfetto è, quindi,  ” a cipolla”.

Incontro il resto del gruppo a Madrid, sono l’unica italiana e l’unica “solitaria” del team. Inizia la mia sfida personale.

Dopo circa 12 ore di volo, mi trovo a Lima ( la capitale del paese ), ma solo per riposare qualche ora… il giorno seguente ci aspetta un nuovo volo per Jaen alla scoperta di una delle zone più turisticamente inesplorate del paese.

Chachapoyas28-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 7-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

La prima tappa del tour è la regione di Chachapoyas ( letteralmente “Popolo delle nuvole” ), nell’area Amazzonica a nord del paese. Tra le più selvagge e meno battute dagli itinerari turistici classici, autentica e ricca di bellezza.

Credo che l’esatto momento in cui ho effettivamente realizzato di esser in Perù sia quello che sto per descrivervi.

Un aeroporto, quello di Jaen, realizzato con le canne di bambù… all’aperto, ma semplicemente perfetto nelle sue dimensioni e utilizzo. Ci siamo avvalsi della compagnia aerea locale Latam, aeroveicoli nuovissimi ma trattamento delle valige veramente opinabile.

Intorno a me vedo solo verde, qui le temperature sono più alte, ho caldo, l’aria è umida, ma sono felice e sorrido da sola. Ho realizzato di esser dall’altro capo del mondo e che tra quella foresta verde mi aspettavano grandi bellezze.

Dopo molte ore di transfer sulle note di canzoni locali che rimarranno per sempre indelebili nella mia mente, arriviamo nel nostro super caratteristico hotel:  Casa Hacienda Achamaqui.  Avete presente quella sensazione di sentirvi in mezzo al nulla totale?

Ecco, solo canto assordante di cicale, una vegetazione mai vista, fiori, fiori, fiori di ibisco e colibrì. Un patio in legno con una sedia a dondolo per ammirare il fiume verde che scorre con audacia alle spalle dell’hotel. Sono ai confini di uno dei luoghi più incredibili e affascinanti della terra.4-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 2-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.26-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 21-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

Mi fanno notare che nella roccia che costeggia il corso d’acqua ci sono dei sarcofagi lasciati dai Guerrieri delle Nubi ( Chachapoyas), un popolo pre inca che con il proprio spirito pervade queste terre. Si percepisce davvero di esser a casa loro.

Ma quali sono i punti di attrazione principali nell’area di Chachapoyas?

Il sito archeologico di Kuelap14-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 13-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 5-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 20-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 24-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 31 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 27-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 29 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

Una vera e propria fortezza creata dal popolo pre Inca di cui vi parlavo poco fa, siamo a 3000 metri sul livello del mare e la vegetazione è un’esplosione intensa di verde.

Rimango i resti di 420 case dalla forma circolare decorate con motivi a zig zag. Questo è anche il luogo dove per la prima volta ho visto i lama allo stato brado.  Orchidee che dagli alberi scendono a creare delle cornici naturali, le nuvole che avvolgono le montagne verdi. Qui il tempo è imprevedibile, una mantellina anti pioggia è sempre da tenere nello zaino in queste zone. Una funivia di nuova generazione in 20 minuti vi porterà tra le nuvole, dove i guerrieri pre inca hanno creato il loro capolavoro di ingegneria antica.

La Cascata Gocta – “La Chorrera”

Credo che questa sia stata una delle esperienze più al limite e più incredibili della mia vita.

Vi racconto presto il perchè. Innanzitutto per preparaci all’altezza ci fermiamo in un piccolo villaggio per provare il tè alla Coca. Si utilizzano direttamente le foglie, non il principio attivo. La sensazione è quella di un tè, ma un pochino più potente.6-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 1-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

Si parte dal piccolo villaggio di San Pablo de Valera, sono tutti curiosissimi e attratti da noi. Un’esplosione di colori nell’unica piazza asfaltata della città.  Da qui si parte per il nostro tour di circa 2 ore a cavallo alla volta di una delle cascate più alte del mondo ( terza con i suoi 914 metri di altezza). La natura che pian piano si inizia a manifestare dopo le ultime case del villaggio è rigogliosa, questo è l’habitat di scimmie, tucani, leoni delle montagne etc

Durante la salita, inizia la tempesta, non ci sono ripari, quindi l’unico modo è proseguire. La gentilissima signora che “portava” il mio cavallo mi dà la sua mantellina,  c’è Minnie sopra. L’istinto materno che non conosce confini e la bontà di un popolo sempre con il sorriso. Lei opta per dei sacchi neri impermeabili. La pioggia si fa sempre più intensa e i fiori si chiudono. Il gruppo si disperde a causa dell’intensa pioggia tropicale.

Il mio cavallo a tratti scivola sulla roccia scivolosa, è tutto così incredibile che sapevo già da quel momento che non avrei mai dimenticato ciò che stavo vivendo.

Quei momenti di incredibile consapevolezza in cui ti senti vivo con ogni cellula del corpo.

Dopo due ore, la pioggia ci da un pochino di tregua per farci ammirare la grande cascata in tutta la sua imponenza.

Nei giorni più sereni è possibile arrivare anche alle sue pendici, noi siamo riusciti ad avvicinarci solo a mezza altezza. Abbiamo abbracciato la cascata ( cosa non si fa per lo scatto perfetto, che comunque non è riuscito 😀 ) trovandoci totalmente zuppi da testa a piedi.16-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 32 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 15-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 22-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 8-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 9-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

Altre due ore di cavallo passate a battere i denti e arriviamo in un tipico ristorante locale, mai yuca ( un tipo di patata) fu più buona!

La sera ci aspetta un falò sotto le stelle nel nostro hotel, cuociamo marsh mellow sotto le stelle…. desideravo farlo da una vita!!

Ma la sveglia è presto la mattina successiva, ci aspettano altri 2 voli e la città bianca di Arequipa.

Continuate a scorrere per una sorpresa…19-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.18-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 10-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 30 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire. 23-1 I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas - un paradiso naturale tutto da scoprire.

In attesa della prossima pagina di diario del mio viaggio in Perù vi lascio al bellissimo vlog realizzato da Minube durante la nostra esperienza di viaggio:

 

The post I luoghi meno conosciuti del Perù: Chachapoyas – un paradiso naturale tutto da scoprire. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/i-luoghi-meno-conosciuti-del-peru-chachapoyas-un-paradiso-naturale-tutto-da-esplorare/feed/ 2
La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. http://www.thespirald.com/la-mia-avventura-in-oman-i-luoghi-incredibili-da-vedere/ http://www.thespirald.com/la-mia-avventura-in-oman-i-luoghi-incredibili-da-vedere/#comments Mon, 06 Nov 2017 10:35:00 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9232 Oggi la pioggia batte forte sui vetri della mia finestra. Il giorno perfetto per iniziarvi a raccontare della mia ultima grande avventura: l’Oman. Una terra, non così lontana, ma davvero poco raccontata nella nostra dimensione. Tanti tabù e poche idee su cosa aspettarsi davvero. Più di tante altre mete ha riscosso un incredibile interesse sui miei social, ho ricevuto messaggi bellissimi durante il  viaggio. I mie racconti cercano di esser sempre emozionali prima ancora di esser informativi. E’ il mio punto di vista, il mio diario personale. In questa prima puntata vi porto tra le dune rosa del Wahiba Sand Desert, in oasi dai colori sgargianti e in un’atmosfera da Le Mille e Una Notte. Il mio viaggio inizia da Milano, da qui si hanno voli diretti di circa 7 ore grazie alla compagnia di bandiera Oman Air. Incontro qui il resto del gruppo, saremo divisi in due squadre: Oman Chic e Oman Sporty, capitanate direttamente dall’Ente del Turismo dell’Oman che ringrazio per questa incredibile opportunità. Indovinate quale è stato il mio team? L’itinerario delle ragazze è volto a scoprire un volto del paese fatto di lusso e tradizione, di attenzione alla cultura locale e di  luoghi colmi di magia. […]

The post La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Oggi la pioggia batte forte sui vetri della mia finestra. Il giorno perfetto per iniziarvi a raccontare della mia ultima grande avventura: l’Oman.

Una terra, non così lontana, ma davvero poco raccontata nella nostra dimensione. Tanti tabù e poche idee su cosa aspettarsi davvero.

Più di tante altre mete ha riscosso un incredibile interesse sui miei social, ho ricevuto messaggi bellissimi durante il  viaggio.

I mie racconti cercano di esser sempre emozionali prima ancora di esser informativi. E’ il mio punto di vista, il mio diario personale.

In questa prima puntata vi porto tra le dune rosa del Wahiba Sand Desert, in oasi dai colori sgargianti e in un’atmosfera da Le Mille e Una Notte.

Il mio viaggio inizia da Milano, da qui si hanno voli diretti di circa 7 ore grazie alla compagnia di bandiera Oman Air.

Incontro qui il resto del gruppo, saremo divisi in due squadre: Oman Chic e Oman Sporty, capitanate direttamente dall’Ente del Turismo dell’Oman che ringrazio per questa incredibile opportunità. Indovinate quale è stato il mio team?

L’itinerario delle ragazze è volto a scoprire un volto del paese fatto di lusso e tradizione, di attenzione alla cultura locale e di  luoghi colmi di magia.

Arriviamo a Muscat, la capitale, nelle prime ore del mattino ( siamo 4 ore avanti di fuso)… il sole è già alto e la prima sensazione è quella di forte caldo umido.

L’atmosfera bianco luminosa che accompagna il nostro arrivo giunge con la consapevolezza e la felicità di esser tornata in estate. Portatemi al caldo e mi farete immensamente felice.

Per me questa è stata una delle estati più lunghe di sempre, mi sento immensamente fortunata e grata per poterla decretare ufficialmente finita a inizio novembre.

Paghiamo il nostro visto turistico in loco ( 20 Rial = circa 45 euro) e prendiamo subito una sim locale che ci permetta di avere la connessione ovunque durante il nostro viaggio ( 10 GB di navigazione circa 15Rial = 35 euro).

La dimensione  è onirica, mi sento non totalmente lucida ( non ho dormito durante il volo tanta la curiosità) ed è tutto così incredibilmente da scoprire.

Sempre in aeroporto incontriamo il Tour Operator che con tanta passione ha organizzato i nostri itinerari: Al Koor Tourism, creato da un italiano che ha perduto il cuore per questo incredibile paese, il perfetto anello di congiunzione se volete organizzare un’esperienza di viaggio in Oman. Da subito mi rendo conto di avere davanti agli occhi un sorriso gentile e premuroso ( quello delle nostre guide) che non ci abbandonerà per tutto il viaggio.

Ma procediamo con la  prima tappa, salutiamo i ragazzi e ci dirigiamo verso il deserto.1oma La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

Wadi Bani Khalid

Una delle oasi più famose e belle dell’Oman, la prima volta che vedo qualcosa del genere nella mia vita. I Wadi sono il vero e proprio punto di ritrovo per il weekend omanita ( venerdì e sabato). L’acqua dolce color smeraldo luccica così tanto che quasi acceca. Il cado è veramente notevole.

Probabilmente se non avessi prove fotografiche di esserci davvero stata penserei di aver vissuto un sogno, uno di quelli belli.

Tappeti colorati affollano le rive del bacino d’acqua, odore di caffè speziato nell’aria, bambini che corrono in tutte le direzioni; c’è chi si tutta dalle “scogliere” del canyon, donne in abiti tradizionali che assaporano una bevanda all’ombra di una palma, uomini che preparano la brace.

In rispetto delle tradizioni locali, se volete fare un tuffo nel wadi è bene indossare sopra il bikini ( ancor meglio un costume intero), un abitino o una lunga maglia.

Se c’è una cosa che ho imparato di questo popolo è che non vi diranno mai di no, sono totalmente aperti e gioviali nei confronti dello straniero ( e amano gli italiani). Ma apprezzeranno moltissimo il rispetto delle tradizioni.

Magari dedicherò un capitolino a parte sul giusto abbigliamento da scegliere.IMG_1676 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.40 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.31 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

32 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.38 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 34 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 41 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 37 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

Wahiba Sands Desert

Dopo un pranzo a base di Hummus e pane arabo ci dirigiamo nel pieno de deserto: il Wahiba Sands… benvenuti nella grande regione sabbiosa del Sultanato dell’Oman. Apro gli occhi ( mi sono un pochino appisolata lo ammetto) di fronte alla casa beduina che ci accoglierà per un caffè.

Ci viene detto di toglierci le scarpe, la sensazione dei piedi a contatto con una sabbia che ha la consistenza della seta, mi sveglia subito e mi riempie di entusiasmo.

Le case tipiche locali sono realizzate con piccole canne vegetali affiancate le une alle altre a formare pareti, a terra preziosi tappeti.

L’Oman è un popolo ricco, c’è presenza di petrolio nel sottosuolo.

Il caffè al cardamomo ci viene servito direttamente dalla padrona di casa, è buon usanza accettarlo e afferrarlo con la mano destra. I datteri, specialità nazionale, sono  il nostro snack.

Ci rilassiamo e qualcuna di noi sceglie di farsi decorare le mani con l’henné.

Dopo un caldo arrivederci montiamo in jeep, direzione Desert Night Camp ( un campo tendato e hotel luxury ) per vivere la magia di un tramonto tra le dune del deserto.

Dormiremo qui e con tanta commozione posso dirvi che pernottare nel deserto era un mio grande desiderio fino da quando vidi il mio primo in California ( Joshua Tree).

Una notte di luna piena, stelle e musica dal vivo ci attende tra le dune di sabbia.

42 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.omi2 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.1507318336498 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 48 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 45 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.29 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. 47 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.10-1-1.jpgbis-1-1 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

44 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

stellle-1-1 La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere.

The post La mia avventura in Oman, i luoghi imperdibili da vedere. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/la-mia-avventura-in-oman-i-luoghi-incredibili-da-vedere/feed/ 1
2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. http://www.thespirald.com/2-giorni-nel-cagliaritano-dormire-scoprire-le-spiagge-piu-belle/ http://www.thespirald.com/2-giorni-nel-cagliaritano-dormire-scoprire-le-spiagge-piu-belle/#comments Fri, 08 Sep 2017 09:29:46 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9126 Seconda puntata del mio viaggio alla scoperta della Sardegna  (QUI trovate la prima ), oggi vi porto in 2 delle spiagge più belle di tutta l’isola. Punto base per potersi spostare facilmente? Cagliari, noi abbiamo soggiornato al centralissimo Hotel Flora per 2 notti. Ora vi spiegherò il perchè. Nel caso in cui decidiate di optare per l’aereo nel raggiungere la Sardegna, sicuramente le tariffe dei voli per Cagliari sono le più convenienti. Essendo questi i nostri ultimi due giorni sull’isola abbiamo scelto di fermarci in un luogo che ci permettesse di sfruttare al massimo le giornate di mare, avendo vicino l’aeroporto. Ho preso il volo di rientro direttamente in costume 😉 Abbiamo scelto una junior suite ( con tanto di doccia idromassaggio) proprio nel cuore di una delle città più grandi della Sardegna, la sera è possibile scegliere tra moltissimi ristoranti dove gustare il pescato del giorno. Tra questi vi consiglio Stella Marina di Montecristo, super spartano ed autentico… non c’è neanche il menù, ma un pesce così fresco e ben cucinato è raro da trovare. Grazie Hannah e Paolo per avercelo fatto scoprire, non smetterò mai di dire quanto ami questo lavoro per la possibilità che mi dà di […]

The post 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Seconda puntata del mio viaggio alla scoperta della Sardegna  (QUI trovate la prima ), oggi vi porto in 2 delle spiagge più belle di tutta l’isola.

Punto base per potersi spostare facilmente? Cagliari, noi abbiamo soggiornato al centralissimo Hotel Flora per 2 notti. Ora vi spiegherò il perchè.

Nel caso in cui decidiate di optare per l’aereo nel raggiungere la Sardegna, sicuramente le tariffe dei voli per Cagliari sono le più convenienti.

Essendo questi i nostri ultimi due giorni sull’isola abbiamo scelto di fermarci in un luogo che ci permettesse di sfruttare al massimo le giornate di mare, avendo vicino l’aeroporto. Ho preso il volo di rientro direttamente in costume 😉

Abbiamo scelto una junior suite ( con tanto di doccia idromassaggio) proprio nel cuore di una delle città più grandi della Sardegna, la sera è possibile scegliere tra moltissimi ristoranti dove gustare il pescato del giorno. Tra questi vi consiglio Stella Marina di Montecristo, super spartano ed autentico… non c’è neanche il menù, ma un pesce così fresco e ben cucinato è raro da trovare.

Grazie Hannah e Paolo per avercelo fatto scoprire, non smetterò mai di dire quanto ami questo lavoro per la possibilità che mi dà di avere amici in tutto il mondo ( loro li avevo conosciuti nel nostro GiappoTour la scorsa estate).21 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 22 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 27 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 28 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 18 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle.

Ma torniamo al profumo di mare. Dopo una ricca colazione con spremute fai da te e cuoricini di Nutella sulle fette biscottate si parte alla volta di:

CALA DOMESTICA

Una delle spiagge più belle ed incontaminate dell’isola, a poco più di 1 ora da Cagliari. Il colore dell’acqua è sui toni dello smeraldo, bagna una lingua di sabbia che sembra un paesaggio lunare. Qui la roccia ha dei toni più intensi rispetto alla costa est, caldi, per un attimo ho pensato di esser finita nel deserto.

Questa zona della Sardegna, al sud- ovest è davvero selvaggia, fatta di scogliere a picco, dune di sabbia e vegetazione verde brillante.

Arrivati a Cala Domestica il benvenuto ve lo da una piccola spiaggia, attrezzata solo in un’area, se oltrepassate il tunnel formato dalle rocce sugli scogli, si aprirà ai vostri occhi una caletta ancor più piccola e speciale. Noi ci siamo fermati qui.

6 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 24 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 25 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle.2 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 11 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 3 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 23 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 26 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 14 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 20 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 7 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle.

SU GIUDEU , Spiaggia di Chia

Il giorno successivo, il nostro ultimo, è stato alla volta di Su Giudeu, la parte finale della lunga lingua di sabbia di Chia, ad un’ora da Cagliari.

Decisamente meno selvaggia e molto più attrezzata rispetto a Cala Domestica,  ultime ore trascorse in relax tra il volo di un drone e un altro, un gelato in riva al mare ed un’acqua davvero incredibile.

9 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 12 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 19 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 15 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 1 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle.

Menzione d’onore ai cari fenicotteri che quest’estate sono stati i veri protagonisti. Devo dire però che quelli sardi sono alquanto timidi 😉

Questi li ho scattati a Cagliari in direzione Chia.

4 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 17 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 5 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 8 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. 16 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle.

The post 2 giorni nel cagliaritano, dove dormire per scoprire le spiagge più belle. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/2-giorni-nel-cagliaritano-dormire-scoprire-le-spiagge-piu-belle/feed/ 1
Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? http://www.thespirald.com/viva-dominicus-beach-il-mio-viaggio-ai-caraibi-come-puo-esser-piu-bello-il-paradiso/ http://www.thespirald.com/viva-dominicus-beach-il-mio-viaggio-ai-caraibi-come-puo-esser-piu-bello-il-paradiso/#comments Sat, 26 Aug 2017 07:58:27 +0000 http://www.thespirald.com/?p=9072 Tra i buoni propositi che mi ero prefissata all’inizio di questo incredibile 2017 c’era quello di visitare un paese caraibico. Amo il mare e l’idea di poterne vedere uno paradisiaco con i miei occhi mi aveva sempre entusiasmata molto. Così quando a Luglio mi è stato proposto di far parte del team #VacanzaViva alla scoperta della Repubblica Dominicana, non potevo che accettare al volo. Se pensate che un viaggio “in paradiso” sia economicamente proibitivo devo correggervi subito, infatti non in alta stagione  ( ad esempio già a settembre) una settimana all inclusive ( bibite, cibo e alcolici) comprensivo di volo, al Viva Whyndam Dominicus Beach ha un costo di circa 900 euro ( prenotando con un po’ di anticipo, circa 3 mesi prima). Giusto per intenderci in una settimana in Sardegna ho speso di più. Il resort che ci ha ospitate ha ormai una lunga storia alle spalle, quest’anno ha festeggiato i suoi 30 anni e anzi se avete esattamente questa età avrete diritto ad un super sconto per il vostro soggiorno. Non riesco davvero ad esprimere la felicità che il mio cuore ha provato nel mettere per la prima volta i piedi in una sabbia bianca della consistenza della […]

The post Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Tra i buoni propositi che mi ero prefissata all’inizio di questo incredibile 2017 c’era quello di visitare un paese caraibico.

Amo il mare e l’idea di poterne vedere uno paradisiaco con i miei occhi mi aveva sempre entusiasmata molto.

Così quando a Luglio mi è stato proposto di far parte del team #VacanzaViva alla scoperta della Repubblica Dominicana, non potevo che accettare al volo.

Se pensate che un viaggio “in paradiso” sia economicamente proibitivo devo correggervi subito, infatti non in alta stagione  ( ad esempio già a settembre) una settimana all inclusive ( bibite, cibo e alcolici) comprensivo di volo, al Viva Whyndam Dominicus Beach ha un costo di circa 900 euro ( prenotando con un po’ di anticipo, circa 3 mesi prima). Giusto per intenderci in una settimana in Sardegna ho speso di più.

Il resort che ci ha ospitate ha ormai una lunga storia alle spalle, quest’anno ha festeggiato i suoi 30 anni e anzi se avete esattamente questa età avrete diritto ad un super sconto per il vostro soggiorno.

Non riesco davvero ad esprimere la felicità che il mio cuore ha provato nel mettere per la prima volta i piedi in una sabbia bianca della consistenza della seta ed in un mare cristallino che ha per abitanti i pesciolini che da noi si vedono soltanto negli acquari.

Ricordo la mia voglia di svegliarmi il più presto possibile ( e di solito è tutto l’opposto) per poter fare una passeggiata all’alba lungo la meravigliosa spiaggia di Bayahibe.

Dal mio bungalow caraibico al Beach ( una delle sezioni del resort) distava solo pochi passi, a dividerci qualche granchio rosso impazzito per via della stagione degli amori e i coralli bianchi che qui vengono a spiaggiarsi per sempre.

La colazione con la frutta esotica, tra mango, frutto della passione ed avocado ammirando il Mar dei Caraibi ed i sorrisi di ogni persona che io abbia incontrato.

Non riesco a pensare come il paradiso possa esser più bello di un luogo così.

Con il team delle #VivaGirls abbiamo avuto modo di provare buona parte delle escursioni disponibili e prenotabili dal resort, oltre alle tantissimi attività sportive messe a disposizione.

Le mie preferite?

Prima in assoluto l’esperienza all’Isola Saona, un paradiso tropicale fatto di casine colorate vista mare, cocco, rum e il mare più bello che abbia mai visto.

Ma meritano moltissimo anche l’Isola Catalina ( totalmente deserta, abitata solo di giorno dai turisti e addetti ai lavori), il giro in buggy tra le canne di zucchero e l’escursione a cavallo nella foresta vicina al resort.

E proprio in quest’ultimo luogo ho avuto modo di piantare uno dei moltissimi arbusti che sono state donati al resort in occasione del suo compleanno.

Spero di rivederlo un giorno esser un meraviglioso albero, filtrare i raggi del sole dorati in un luogo che più di tutti mi ha fatto innamorare.

Vi lascio alle foto, mentre quasi mi emoziono ripensando alle perfezione dei momenti vissuti in Repubblica Dominicana.

Tutti amano questo luogo, solo dopo esserci stata ho potuto capire il perchè.0E454215-CE3F-408B-B508-9E05A7DF8B2F Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso?4-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 4FBBDB6F-DF91-41EB-A3B4-4B412C3F6F40 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 5-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 332CA734-4A2C-420D-9F3F-B6D241242068 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 6667F55F-56D1-4E68-92F8-5A258089E276 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 775C8DA8-6D52-4A26-B2A2-5E483FC2D0AC Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 46CB7A88-D106-4316-BAF5-B12CEA9EF8A5 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 7496E3D2-03F0-4F93-9D62-1F24EEC16EAF Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 7069FDAF-98F5-470D-B527-6C0A670B2BBB Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 1499274140985 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 1502991623204 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? A85F4A94-8F41-4F27-8B8F-2C8CDA126CA1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? A629D279-AD45-4F09-89A4-2C4CC36174BC Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? B7734C40-4FB8-4661-A9C6-806C3E224C65 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? C4F699D3-61FB-4719-A3D1-1494006A6FFA Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? EEE33746-8ED2-4AD0-8957-985ABCE7AEB1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? F7A1A25C-8EC8-46B3-877A-10870B10A980 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? IMG_0581 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? IMG_0653 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? IMG_0720 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 08261255-3510-437D-821F-24A7E220E077 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 9596A460-0CB0-4166-82E4-AEBF034AFC82 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 9797A98B-9306-4F7E-B998-E4B32DF12EB6 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 10B45DF8-14A4-4C12-881E-B80A55242AF0 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 6F760FC4-C752-4F8B-A541-8719B848A9CD Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 7B01ED6C-2B82-4A27-9B85-805A86343F86 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 7807DEF8-308C-4F06-B0A2-1318D26C0643 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso?6CEAC5B0-270D-4C18-B485-EDF90686AC4C Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 6-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 2-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 3-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 1-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso?D36745C6-3BA8-41C1-97C7-13DB19926789 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? B59C5EB7-9E25-4BDE-8DD4-D9FB17A5B467 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? 7-1 Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso?

The post Viva Dominicus Beach, il mio viaggio ai Caraibi. Come può esser più bello il paradiso? appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/viva-dominicus-beach-il-mio-viaggio-ai-caraibi-come-puo-esser-piu-bello-il-paradiso/feed/ 2
Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. http://www.thespirald.com/uno-dei-luoghi-piu-incredibili-per-trascorrere-le-vacanze-in-sardegna-villasimius-ed-il-pullman-timi-ama-tra-fenicotteri-e-mare-cristallino/ http://www.thespirald.com/uno-dei-luoghi-piu-incredibili-per-trascorrere-le-vacanze-in-sardegna-villasimius-ed-il-pullman-timi-ama-tra-fenicotteri-e-mare-cristallino/#respond Wed, 23 Aug 2017 08:21:07 +0000 http://www.thespirald.com/?p=8975 L’ultimo anno è stato davvero incredibile, intenso e assolutamente unico… tanto da farmi guadagnare la nomination come migliore travel blogger dell’anno ai MacchiaNera Awards ( i premi del web). Vi lascio QUI il link per votarmi, ho bisogno del vostro supporto!!! Per le mie vacanze estive avevo assoluto bisogno di qualche momento di relax, di coccole e vita vista mare. Non avendo molti giorni a disposizione da condividere con il mio lui ho scelto una meta italiana tra le più belle al mondo: la Sardegna. Devo ammettere, con un po’ di vergogna, che per me era la prima volta in questa isola dal mare cristallino. Abbiamo deciso di orientarci verso il sud, decisamente meno affollato ma assolutamente non meno bello. Questa è la foto storia dei giorni trascorsi a Villasimìus al Pullman Timi Ama, un bellissimo resort situato su una lingua di sabbia che si affaccia direttamente sul mare. Al mia arrivo non avrei mai pensato di trovare una ricca colonia di fenicotteri a popolare la riserva naturale a ridosso dell’hotel, un sogno vederli dal vivo per la prima volta. E poi la lunghissima spiaggia bianca, famosa come una delle più belle in Sardegna. AL MATTINO Ma parto dal canto degli uccellini […]

The post Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
L’ultimo anno è stato davvero incredibile, intenso e assolutamente unico… tanto da farmi guadagnare la nomination come migliore travel blogger dell’anno ai MacchiaNera Awards ( i premi del web). Vi lascio QUI il link per votarmi, ho bisogno del vostro supporto!!!

Per le mie vacanze estive avevo assoluto bisogno di qualche momento di relax, di coccole e vita vista mare.

Non avendo molti giorni a disposizione da condividere con il mio lui ho scelto una meta italiana tra le più belle al mondo: la Sardegna.

Devo ammettere, con un po’ di vergogna, che per me era la prima volta in questa isola dal mare cristallino.

Abbiamo deciso di orientarci verso il sud, decisamente meno affollato ma assolutamente non meno bello.

Questa è la foto storia dei giorni trascorsi a Villasimìus al Pullman Timi Ama, un bellissimo resort situato su una lingua di sabbia che si affaccia direttamente sul mare.

Al mia arrivo non avrei mai pensato di trovare una ricca colonia di fenicotteri a popolare la riserva naturale a ridosso dell’hotel, un sogno vederli dal vivo per la prima volta.

E poi la lunghissima spiaggia bianca, famosa come una delle più belle in Sardegna.

21 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. dia2 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.11 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.

16 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 18 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 22 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 26 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.

AL MATTINO

Ma parto dal canto degli uccellini al mattino ( e tantissimi pappagalli) tra buganvillea e donuts colorate a bordo piscina, la nostra giornata inizia così!

Subito dopo la direzione è la spiaggia, vi consiglio di fare una piccola passeggiata fino alla torre che troneggia Porto Giunco ( la parte finale della baia di Villasimius), avrete un’incredibile prospettiva dall’alto che vi darà un’idea complessiva della magia del posto.

Una lingua di terra bagnata da entrambi i lati da un mare incredibile, intervallata dalla laguna che i fenicotteri hanno scelto come casa.

20 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 15 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 5 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 8 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 4 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 10 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.

POMERIGGIO – Thalassa sea & spa

Il tardo pomeriggio è dedicato alla Spa e alla Talassoterapia ( basata sull’azione curativa del clima marino),  all’interno dell’hotel è presente anche la stanza del sale, non l’avevo mai incontrata in nessun altro luogo… davvero suggestiva. Il sale viene nebulizzato nell’aria ed ispirandolo si ha un’azione purificante.

23 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 25 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 24 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.

SERA – Ristorante i Ginepri

Ma arriva la mia parte preferita della giornata: il tramonto! Le magiche ore da dedicare al relax assoluto, un calice di Vermentino in mano, la spiaggia bianca che assorbe i colori del sole e un’incredibile cena sarda gourmet al Ristorante I Ginepri.

Casualità ha voluto che incontrassimo il produttore dei vini ( Azienda Vinicola Cherchi) che hanno accompagnato la nostra degustazione ed il mirto a fine pasto of course ( sapevate che esiste anche il mirto bianco?!).

Credetemi se vi dico che andar via da questo luogo è stato veramente malinconico, ma la prossima tappa sarda ci aspetta!

9 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 17 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 6 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 12 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 7 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. 3 Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino.

Per maggiori info e prenotazioni : http://www.pullman-timiama-sardegna.com/

The post Uno dei luoghi più incredibili per trascorrere le vacanze in Sardegna? Villasimìus ed il Pullman Timi Ama tra fenicotteri e mare cristallino. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/uno-dei-luoghi-piu-incredibili-per-trascorrere-le-vacanze-in-sardegna-villasimius-ed-il-pullman-timi-ama-tra-fenicotteri-e-mare-cristallino/feed/ 0
Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. http://www.thespirald.com/due-consigli-per-pasti-veloci-e-light-con-granarolo-100-vegetale-polpette-veg-e-cous-cous-bio-con-verdure/ http://www.thespirald.com/due-consigli-per-pasti-veloci-e-light-con-granarolo-100-vegetale-polpette-veg-e-cous-cous-bio-con-verdure/#comments Wed, 21 Jun 2017 08:29:41 +0000 http://www.thespirald.com/?p=8941 In collaborazione con Granarolo 100% vegetale Ve lo avevo detto in uno degli ultimi post e sto cercando di mantenere la promessa fatta: mangiare in modo corretto. Credo che a volte il più grande ostacolo tra una giusta alimentazione e noi sia proprio l’assenza di tempo per preparare i piatti che vorremmo. Nel post di oggi vi do un paio di idee per mangiare bene quando non si è a casa o semplicemente non si ha tempo, presentandovi la nuova linea di piatti pronti Granarolo 100% vegetale. Specificamente ho testato cous cous e polpette veg (adatte quindi anche ad una dieta vegana). Viviamo in un’epoca in cui l’informazione alimentare si sta diffondendo sempre più (per fortuna), la cultura del cibo è davvero fondamentale per il nostro benessere. Bastano poche regole e tanta costanza per procedere nella giusta direzione. Ricordatevi di bere poco durante i pasti e molto lontano da essi, masticate lentamente per favorire la digestione, i dolci non a fine pasto ma come colazione o snack, carboidrati a pranzo ma non a cena. Sembra tutto molto semplice ma quando si è in ufficio o non si ha tempo neanche per respirare diventa tutto più complicato. COUS COUS con verdure, […]

The post Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
In collaborazione con Granarolo 100% vegetale

Ve lo avevo detto in uno degli ultimi post e sto cercando di mantenere la promessa fatta: mangiare in modo corretto.

Credo che a volte il più grande ostacolo tra una giusta alimentazione e noi sia proprio l’assenza di tempo per preparare i piatti che vorremmo.

Nel post di oggi vi do un paio di idee per mangiare bene quando non si è a casa o semplicemente non si ha tempo, presentandovi la nuova linea di piatti pronti Granarolo 100% vegetale.

Specificamente ho testato cous cous e polpette veg (adatte quindi anche ad una dieta vegana).

Viviamo in un’epoca in cui l’informazione alimentare si sta diffondendo sempre più (per fortuna), la cultura del cibo è davvero fondamentale per il nostro benessere.

Bastano poche regole e tanta costanza per procedere nella giusta direzione.

Ricordatevi di bere poco durante i pasti e molto lontano da essi, masticate lentamente per favorire la digestione, i dolci non a fine pasto ma come colazione o snack, carboidrati a pranzo ma non a cena.

Sembra tutto molto semplice ma quando si è in ufficio o non si ha tempo neanche per respirare diventa tutto più complicato.

COUS COUS con verdure, ceci e lenticchie:

Sapevate che il cous cous ha le stesse qualità del frumento ma la maggiore quantità di acqua assorbita ne aumenta il volume dei grani e quindi la capacità di saziare?

Arricchito con verdure ma soprattutto con legumi diventa un piatto unico perfetto, ricco di fibre.

È sufficiente riscaldare qualche secondo al microonde o a bagnomaria il piatto pronto Granarolo e il pranzo è servito.11-1 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure.2-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. 3-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. 9-1 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure.

Polpette bio con verdure

L’idea per una cena sfiziosa o un pranzo appetitoso?

Le polpette sono una tradizione della gastronomia italiana rivisitata in modo veg. Devo dire che non le avevo mai provate in questa versione, da accompagnare con una salsa (io ho le ho abbinate al pesto) per renderle ancora più saporite al palato.

I Piatti Pronti della linea Granarolo 100% vegetale sono moltissimi: riso nero, rosso, integrale e burger vegetali.

Per tutti i gusti, ma soprattutto per mangiare bene con sapore.

1-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. 5-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure.8-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. 6-3 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure.10-1 Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure.

The post Due consigli per pasti veloci e light con Granarolo 100% vegetale: polpette veg e cous cous bio con verdure. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/due-consigli-per-pasti-veloci-e-light-con-granarolo-100-vegetale-polpette-veg-e-cous-cous-bio-con-verdure/feed/ 2
I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. http://www.thespirald.com/i-segreti-per-rimanere-in-forma-on-the-go-ve-li-racconto-oggi-dal-tramactivia/ http://www.thespirald.com/i-segreti-per-rimanere-in-forma-on-the-go-ve-li-racconto-oggi-dal-tramactivia/#respond Fri, 16 Jun 2017 08:17:55 +0000 http://www.thespirald.com/?p=8855 Con cosa fate colazione solitamente? Sono curiosa ☺ Io quando sono in giro per il mondo cerco sempre di iniziare la giornata con un po’ di frutta, finisce sennò che non la mangio mai. Quando sono a casa invece prendo la mia tisana miele e limone (o te’ in base a quanto ho sonno) e poi di corsa esco per le commissioni della giornata. Di solito porto con me sempre qualcosa da bere; ultimamente infilo in borsa Activia da bere. Il mio preferito è pesca e mango! Nell’arco delle mie giornate sono solita assumere sempre moltissimi liquidi, ma ogni tanto ho voglia di qualcosa di più gustoso dell’acqua e se allo stesso tempo aiuta il mio organismo a funzionare meglio, tutto di guadagnato! Immaginate il mio stupore quando proprio Activia mi ha proposto di partecipare ad uno degli eventi ospitati sul #TramActivia che girerà a Milano dal 4 al 17 Giugno. Si tratta di uno dei Caffè con Donna Moderna con tema “Wellness on-the-go”. Vi racconto oggi i consigli e segreti che ho appreso dalla illuminante presenza della nutrizionista e specialista in Scienze dell’Alimentazione Serafina Petrocca e dalla personal trainer Elena Buscone. Iniziamo dall’alimentazione: I carboidrati NON sono il male, anzi […]

The post I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
Con cosa fate colazione solitamente?
Sono curiosa ☺
Io quando sono in giro per il mondo cerco sempre di iniziare la giornata con un po’ di frutta, finisce sennò che non la mangio mai.
Quando sono a casa invece prendo la mia tisana miele e limone (o te’ in base a quanto ho sonno) e poi di corsa esco per le commissioni della giornata. Di solito porto con me sempre qualcosa da bere; ultimamente infilo in borsa Activia da bere. Il mio preferito è pesca e mango!

Nell’arco delle mie giornate sono solita assumere sempre moltissimi liquidi, ma ogni tanto ho voglia di qualcosa di più gustoso dell’acqua e se allo stesso tempo aiuta il mio organismo a funzionare meglio, tutto di guadagnato!
Immaginate il mio stupore quando proprio Activia mi ha proposto di partecipare ad uno degli eventi ospitati sul #TramActivia che girerà a Milano dal 4 al 17 Giugno. Si tratta di uno dei Caffè con Donna Moderna con tema “Wellness on-the-go”.

Vi racconto oggi i consigli e segreti che ho appreso dalla illuminante presenza della nutrizionista e specialista in Scienze dell’Alimentazione Serafina Petrocca e dalla personal trainer Elena Buscone.7 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia.

Iniziamo dall’alimentazione:

  1. I carboidrati NON sono il male, anzi avendo un rilascio graduale di zuccheri aiutano il cervello ad avere un performante funzionamento e diminuiscono la sensazione di fame. La nutrizionista suggerisce una porzione di pasta ( meglio se integrale) da non meno di 80 gr. In ogni caso tutto è da valutare in base alla propria costituzione ed esigenza.
  2. Uno snack salutare pre- allenamento? Pop corn fai da te e un Activia da Bere!
  3. Il soffritto non è un nemico da evitare. Infatti, le il nostro olio extra vergine di oliva è in grado di mantenere i propri valori nutrizionali anche ad alte temperature. Quindi non rinunciate ad un ottimo condimento per la pasta con un soffritto di olio e cipolla ( la preferisco all’aglio) e verdure.
  4. Evitate i carboidrati a cena, al termine della giornata il nostro corpo ha bisogno di meno energie… saranno quindi di più difficile smaltimento.3 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia.

Passiamo ora alla parte fitness:

  1. Sfatiamo il mito che ci si possa allenare solo in palestra… non è assolutamente vero! Certo può aiutare ad esser più motivati, ma anche a casa è possibile realizzare esercizio fisico. Le bottigliette d’acqua possono diventare pesi, ed in ogni caso su youtube si trovano moltissimi esempi di esercizi.
  2. L’attivazione muscolare è fondamentale. Se non avete tempo perchè siete sempre in giro o al lavoro tra uno spostamento e l’altro potrete realizzare degli esercizi anche sui mezzi pubblici.
  3. Avete una borsa al braccio? Tenuta in sospensione può esser un perfetto modo per allenare i bicipiti.
  4. Siete seduti aspettando la vostra fermata? Ritirate in dentro l’ombelico, farete addominali on-the-go.1 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia.

Non vi nascondo che nell’ultimo anno, viaggiando molto spesso e avendo uno stile di vita imprevedibile ho preso qualche kg.

Per cui ho ascoltato con attenzione i consigli ed i segreti svelati sul Tram Activia.

In ogni caso è la forza di volontà la prima ad entrare in campo, e per me è stato un incontro davvero motivante.

Se siete interessati a partecipare ad i prossimi incontri, vi lascio il link per le iscrizioni gratuite: QUI.

Se avete poi altri suggerimenti sono tutta occhi e orecchie! Vi aspetto!6 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. 8 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. 2 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. 4 I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia.

The post I segreti per rimanere in forma on-the-go? Ve li racconto oggi dal #TramActivia. appeared first on The Spiral D by Diana De Lorenzi.

]]>
http://www.thespirald.com/i-segreti-per-rimanere-in-forma-on-the-go-ve-li-racconto-oggi-dal-tramactivia/feed/ 0